Mosche volanti o miodesopsie

30.06.2011 22:44

Iniziamo subito col scrivere che chi vede i corpi mobili non può diventare cieco. Alcune persone si preoccupano molto ed è bene tranquillizzarle subito. I corpi mobili vitreali conosciuti anche con il termine di miodesospsie sono un disturbo visivo caratterizzato dalla sensazione di vedere degli oggetti scuri di varia forma e tipo che scompaiono quando cerchiamo di fissarli.

Le forme che vediamo possono essere le più svariate: punti, anelli, macchie, filamenti, mosche volanti.
Di solito li vediamo meglio quando siamo intenti ad osservare una superficie bianca in un ambiente fortemente illuminato, come un foglio di carta o lo schermo del PC con lo sfondo chiaro.
La lettura può essere disturbata perché questi oggetti sembrano interporsi tra la nostra vista e le parole stampate sulla carta.



Cause
Le miodesopsie sono causate dal deterioramento della microstruttura gelatinosa del corpo vitreo conseguentemente all’età e ad altre cause quali la miopia, i traumi oculari, i disordini del metabolismo, ecc.
Le degenerazioni del corpo vitreo legate all’età iniziano attorno ai 25 anni, ma si manifestano dopo i 40. I miopi tendono a soffrirne in età più precoce.
Se la liquefazione vitreale progredisce si verifica una perdita della funzione meccanica di sostegno del corpo vitreo. Il passo successivo è rappresentato dalla riduzione di volume del vitreo per contrazione delle fibre collagene che porta infine ad un distacco progressivo del vitreo dalla retina.
Si tratta di un fenomeno indolore, ma finché non c’è ancora un distacco completo del vitreo, durante i movimenti oculari, la retina può subire trazioni nei punti dove il vitreo è ancora aderente.
Ciò determina la percezione di piccoli flashes o lampi luminosi periferici che normalmente sono sempre localizzati nella stessa zona e sono maggiormente visibili al buio.

Cosa fare
Rivolgersi sempre al medico oculista per sottoporsi ad una visita approfondita per escludere le malattie che possono portare alla formazione dei corpi mobili vitreali.
Non ci sono cure specifiche per le miodesopsie. Nei casi un cui i corpi mobili sono anteriori e non vicino alla retina è possibile utilizzare il laser Yag per frantumare questi corpi. Si tratta di una metodica rapida ed indolore.
Va ricordato che l’atteggiamento psicologico del singolo individuo è fondamentale per ridurre il disagio. La cosa più semplice è ignorarle, anzichè preoccuparsene ossessivamente, in modo che il nostro cervello tenda a non percepirle più.
E’ importante alimentarsi con frutta e verdura e pochi grassi animali, bevendo anche molta acqua. Ci sono anche terapie di supporto a base di vitamine e sali minerali utili per contrastare i processi di invecchiamento del corpo vitreo.
Per ulteriori informazioni potete consultare il sito dell’Associazione Cielo Azzurro Onlus www.miodesopsie.it


Fonte: Occhio.it

Fonte: real-eyes