Rodenstock: Multigressiv® Mono e Impression® Mono e ottimizzazione DNEye®.

26.04.2013 11:59

Rodenstock: Multigressiv® Mono e Impression® Mono e ottimizzazione DNEye®.

03.04.2013 16:08

Multigressiv® Mono e Impression® Mono: le monofocali personalizzate.

Vedere meglio.


        Monofocale convenzionale                    Multigressiv mono                            Impression mono

 

Rappresentazione dell’acutezza visiva per una refrazione di:
sf +4.00 cil +2.00 asse 45,
DACL 10 mm, Angolo di avvolgimento 10

 

 

Multigressiv® Mono

•Lenti monofocali freeform personalizzate.
•Immagini nitide fino ai bordi della lente anche su montature di grande diametro, associate anche a prescrizioni cilindriche, prismatiche, poteri sferici      medio-alti, anisometropie.

 

Impression® Mono

Lenti monofocali freeform individualizzate: un prodotto 100% su misura ottimizzato sui parametri della montatura sul viso.
•Immagini nitide fino ai bordi della lente anche su montature di grande diametro, associate anche a prescrizioni cilindriche, prismatiche, poteri sferici medio-alti, anisometropie, anche con parametri di adattamento della montatura fuori dai valori standard.

 

Per la massima personalizzazione..DNeye Scanner:

E' possibile applicarla solo alle lenti della famiglia Impression® (monofocali, monofocali con Accommodation Assistance e progressive), in quanto sono le uniche a garantire un totale controllo delle aberrazioni ottiche di alto ordine (HOA). La correzione delle HOA della lente, unitamente al controllo delle HOA dell’occhio, costituiscono una tecnologia di ottimizzazione che amplifica la qualità della performance visiva come mai fino ad ora.
DNEye® tiene conto della prescrizione ottica, dei parametri di adattamento e individuali e delle misurazioni refrattometriche, aberrometriche, cheratometriche, topografiche e pupillometriche effettuate con DNEye® Scanner.

 

 

Allo scopo di produrre la migliore immagine sulla retina, DNEye® introduce un controllo delle HOA attraverso variazioni diottriche nei diversi punti della lente, tenendo conto dell’influenza che il diametro pupillare esercita sulle aberrazioni in ogni punto della superficie nelle diverse direzioni di sguardo. Tale ricalcolo punto a punto considera anche l’influenza del diametro pupillare nelle diverse distanze di focalizzazione e nelle diverse condizioni luminose (sia mesopiche, sia fotopiche). Una volta effettuata la misurazione con DNEye® Scanner, tutti i dati vengono trasferiti al nostro software che fornirà in pochi secondi i valori sfero-cilindrici ricalcolati, per un’eventuale verifica soggettiva.
 

La persistenza di HOA sia da lontano, sia da vicino anche in visione fotopica, unitamente all’anamnesi che evidenzia “una mancanza di sicurezza alla guida specialmente al crepuscolo e di notte”, suggeriscono, in alternativa alla semplice compensazione ottica corrispondente alla refrazione soggettiva, una lente a controllo aberrometrico con ottimizzazione DNEye®